Monthly Archives

aprile 2018

Canto sul mare: le genti dell’Adriatico cantano il loro mare

By | Concerto, Evento
canto sul mare_Nel mare dell'intimità

con
Ensemble Vocale Femminile “Il Focolare”

L’ultimo evento collaterale della mostra è una “fotografia canora” delle memorie delle genti che nei secoli hanno solcato l’Adriatico. Un viaggio lungo le sponde dell’Adriatico alla scoperta di sonorità diverse, tutte accomunate dall’amore per il nostro mare.

Partendo dalla costa greca inizieremo con una tipica kantada e poi, risalendo lungo la costa, il coro femminile “Il Focolare” proporrà canti salentini e abruzzesi, cui farà eco un canto marchigiano. Un salto sulla riva opposta del mare per cantare le bellezze di Zara. Ci abbandoneremo quindi alle calme acque della laguna veneta e poi, con le parole di Biagio Marin, ci faremo coinvolgere dalla luna sulle calme onde di Grado, per poi puntare in mare aperto verso Trieste e concludere il nostro viaggio sulla melodia della canzone forse più amata dai triestini: “Marinaresca”.

Il coro nasce nel 2000 e sotto la guida di Giampaolo Sion, intraprende lo studio di un repertorio che spazia dal canto gregoriano alla polifonia sacra e profana, prediligendo i canti popolari e di autore della tradizione triestina, regionale, nazionale e internazionale.

QUANDO: Domenica 29 aprile alle 11.00

DOVE: Salone degli Incanti, Trieste

TIPOLOGIA DI EVENTO: concerto

INGRESSO: compreso nel biglietto di ingresso alla mostra.

Un mare… di libri: focus sull’Istria

By | Conferenza, Evento
Un mare di libri_Circolo Istria_Nel mare dell'intimità

con
Rita Auriemma, curatrice della mostra, e Livio Dorigo, presidente del Circolo di cultura istro-veneta “Istria”

Nel corso dell’appuntamento, curato da Livio Dorigo, presidente del Circolo, saranno presentate alcune recenti pubblicazioni del Circolo stesso.

La prima è “Dall’Istria a Lepanto, passando per Venezia”, con i contributi di Livio Dorigo, Franco Colombo e Pio Baissero, legati da un comune denominatore costituito dall’analisi, svolta in modo originale, dell’apporto decisivo dato dall’Istria e dalle sue genti alla gloriosa storia della Repubblica di Venezia.

A seguire “Dalla Foresta di Montona a Lepanto, attraverso l’Arsenale di Venezia”, sempre di Livio Dorigo, Franco Colombo e Pio Baissero. Il legname ricavato dalle querce e dai frassini di questa foresta, fin dal XV secolo, fu riservato ai soli fini dell’Arsenale di Venezia, dovendo essere utilizzato unicamente per la
costruzione delle galere, delle marciliane, dei trabaccoli, dei pieleghi, dei galeoni e delle fregate.

Infine, spazio a “La Biologia Marina a Trieste e nell’Alto Adriatico. Viaggio tra quattro secoli tra pesci, uomini e memorabili imprese”, di Nicola Bettoso, Giuliano Orel, Stefano Furlani.

Il Circolo di Cultura istro-veneta

Attivo a Trieste dal 1982 come “pensatoio di convivenza” in una prospettiva europea, è stato creato da personalità di origine istriana come Mario Brazzafolli, Franco Colombo, Giorgio Depangher, Livio Favento, Mario Fragiacomo, Guido Miglia, Pietro Parentin, Livio Pesante, Rino Prelaz, Stelio Spadaro, Liliana Urbani, Marino Vocci, per ricomporre la cultura istriana dopo le traumatiche vicende postbelliche.

Durante la serata, saranno gratuitamente disponibili alcuni dei tanti titoli di ricerche e studi, pubblicati dal Circolo in anni di intensa attività anche editoriale.

Alle 17, la curatrice Rita Auriemma accompagnerà i visitatori alla scoperta della mostra. La visita è gratuita, l’ingresso alla mostra a pagamento e dà diritto a un posto riservato per la conferenza delle 18. Per info su ingressi e riduzioni vedi la pagina dedicata.

QUANDO: Giovedì 26 aprile alle 18.00

DOVE: Auditorium Salone degli Incanti, Trieste

TIPOLOGIA DI EVENTO: conferenza

INGRESSO: GRATUITO.

Un mare… di libri

By | Conferenza, Evento

Una doppia presentazione che vede come protagonisti Aquileia e la mostra! Presenteremo al pubblico due volumi:

Materiali per Aquileia. Lo scavo di Canale Anfora (2004-2005), a cura di Franca Maselli Scotti, Paola Maggi, Stefania Pesavento Mattioli, Ella Zulini, Scavi di Aquileia IV, Trieste 2017, Editreg.
Un’importante via di accesso ad Aquileia per le navi cariche di merci: questo il ruolo del Canale Anfora messo in evidenza dallo scavo condotto dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia.
Il volume, pubblicato con il sostegno della Fondazione Aquileia e realizzato in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia, il Polo Museale del Friuli Venezia Giulia e il Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Padova, illustra l’enorme quantità e la varietà dei prodotti che giungevano all’emporio altoadriatico da tutto il Mediterraneo.

Nel mare dell’intimità. L’archeologia subacquea racconta l’Adriatico | Into the sea of intimacy. Underwater archaeology tells the Adriatic, Catalogo della mostra, a cura di Rita Auriemma, Roma 2017, Gangemi Editore.
Per raccontare i mille racconti dell’Adriatico abbiamo scelto una voce narrante, l’archeologia subacquea, e abbiamo privilegiato le storie che il mare stesso custodiva nei suoi fondali o lambiva lungo le rive: i paesaggi costieri antichi, gli insediamenti, le strutture dei porti e degli approdi, i relitti di imbarcazioni, le discariche portuali, i reperti senza contesto.

QUANDO: Giovedì 19 aprile alle 17.00

DOVE: Auditorium Salone degli Incanti, Trieste

TIPOLOGIA DI EVENTO: conferenza

INGRESSO: GRATUITO.