Category

Conferenza

Un mare… di libri: focus sull’Istria

By | Conferenza, Evento
Un mare di libri_Circolo Istria_Nel mare dell'intimità

con
Rita Auriemma, curatrice della mostra, e Livio Dorigo, presidente del Circolo di cultura istro-veneta “Istria”

Nel corso dell’appuntamento, curato da Livio Dorigo, presidente del Circolo, saranno presentate alcune recenti pubblicazioni del Circolo stesso.

La prima è “Dall’Istria a Lepanto, passando per Venezia”, con i contributi di Livio Dorigo, Franco Colombo e Pio Baissero, legati da un comune denominatore costituito dall’analisi, svolta in modo originale, dell’apporto decisivo dato dall’Istria e dalle sue genti alla gloriosa storia della Repubblica di Venezia.

A seguire “Dalla Foresta di Montona a Lepanto, attraverso l’Arsenale di Venezia”, sempre di Livio Dorigo, Franco Colombo e Pio Baissero. Il legname ricavato dalle querce e dai frassini di questa foresta, fin dal XV secolo, fu riservato ai soli fini dell’Arsenale di Venezia, dovendo essere utilizzato unicamente per la
costruzione delle galere, delle marciliane, dei trabaccoli, dei pieleghi, dei galeoni e delle fregate.

Infine, spazio a “La Biologia Marina a Trieste e nell’Alto Adriatico. Viaggio tra quattro secoli tra pesci, uomini e memorabili imprese”, di Nicola Bettoso, Giuliano Orel, Stefano Furlani.

Il Circolo di Cultura istro-veneta

Attivo a Trieste dal 1982 come “pensatoio di convivenza” in una prospettiva europea, è stato creato da personalità di origine istriana come Mario Brazzafolli, Franco Colombo, Giorgio Depangher, Livio Favento, Mario Fragiacomo, Guido Miglia, Pietro Parentin, Livio Pesante, Rino Prelaz, Stelio Spadaro, Liliana Urbani, Marino Vocci, per ricomporre la cultura istriana dopo le traumatiche vicende postbelliche.

Durante la serata, saranno gratuitamente disponibili alcuni dei tanti titoli di ricerche e studi, pubblicati dal Circolo in anni di intensa attività anche editoriale.

Alle 17, la curatrice Rita Auriemma accompagnerà i visitatori alla scoperta della mostra. La visita è gratuita, l’ingresso alla mostra a pagamento e dà diritto a un posto riservato per la conferenza delle 18. Per info su ingressi e riduzioni vedi la pagina dedicata.

QUANDO: Giovedì 26 aprile alle 18.00

DOVE: Auditorium Salone degli Incanti, Trieste

TIPOLOGIA DI EVENTO: conferenza

INGRESSO: GRATUITO.

Un mare… di libri

By | Conferenza, Evento

Una doppia presentazione che vede come protagonisti Aquileia e la mostra! Presenteremo al pubblico due volumi:

Materiali per Aquileia. Lo scavo di Canale Anfora (2004-2005), a cura di Franca Maselli Scotti, Paola Maggi, Stefania Pesavento Mattioli, Ella Zulini, Scavi di Aquileia IV, Trieste 2017, Editreg.
Un’importante via di accesso ad Aquileia per le navi cariche di merci: questo il ruolo del Canale Anfora messo in evidenza dallo scavo condotto dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia.
Il volume, pubblicato con il sostegno della Fondazione Aquileia e realizzato in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia, il Polo Museale del Friuli Venezia Giulia e il Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Padova, illustra l’enorme quantità e la varietà dei prodotti che giungevano all’emporio altoadriatico da tutto il Mediterraneo.

Nel mare dell’intimità. L’archeologia subacquea racconta l’Adriatico | Into the sea of intimacy. Underwater archaeology tells the Adriatic, Catalogo della mostra, a cura di Rita Auriemma, Roma 2017, Gangemi Editore.
Per raccontare i mille racconti dell’Adriatico abbiamo scelto una voce narrante, l’archeologia subacquea, e abbiamo privilegiato le storie che il mare stesso custodiva nei suoi fondali o lambiva lungo le rive: i paesaggi costieri antichi, gli insediamenti, le strutture dei porti e degli approdi, i relitti di imbarcazioni, le discariche portuali, i reperti senza contesto.

QUANDO: Giovedì 19 aprile alle 17.00

DOVE: Auditorium Salone degli Incanti, Trieste

TIPOLOGIA DI EVENTO: conferenza

INGRESSO: GRATUITO.

Il bronzo dell’atleta di Lussino “Apoxyòmenos”

By | Conferenza, Evento
Apoxyomenos l'atleta di Lussino

con
Miljenko Domijan (Ministero della Cultura croato)

Il capolavoro dell’antica Grecia, che raffigura un lottatore o un pugile mentre si deterge il sudore, alto 1,92 metri, volto efebico e muscolatura atletica, è stata ripescato nelle acque davanti all’isola di Lussino nel 1999.

La scultura era sfigurata da miriadi di concrezioni marine: dopo 4 anni di delicatissimi restauri manuali, si è rivelata opera di straordinaria fattura.

Alle 17, la curatrice Rita Auriemma accompagnerà i visitatori alla scoperta della mostra. La visita è gratuita, l’ingresso alla mostra a pagamento e dà diritto a un posto riservato per la conferenza delle 18. Per info su ingressi e riduzioni vedi la pagina dedicata.

QUANDO: Venerdì 20 aprile alle 18.00

DOVE: Auditorium Salone degli Incanti, Trieste

TIPOLOGIA DI EVENTO: conferenza

INGRESSO: GRATUITO.

Adriatico: mare che unisce o mare che divide?

By | Conferenza, Evento
Adriatico: mare che unisce o mare che divide?

con
Claudio Zaccaria (Università degli Studi di Trieste)

L’Adriatico ha rappresentato per un lungo periodo, con apparente contraddizione, un luogo di scambio di merci e culture, ma anche un confine tra modelli di civiltà, una frontiera tra Stati e religioni, una frattura tra Occidente e Oriente, tra Italia e Slavia.
Tale frattura viene spesso ricondotta a tempi remoti con una lettura spesso deformante del passato, che ha giocato e continua a giocare un ruolo nella costruzione delle identità culturali dei popoli che si affacciano sull’Adriatico.

La questione va dunque riproposta partendo dalle radici più lontane. Adriatico: mare che unisce o mare che divide; spazio conflittuale o condiviso; e “l’altra sponda” è amica o nemica? La rilettura “neutra” dei dati della cultura materiale e delle fonti scritte mostra che l’Adriatico appare fin dalle epoche più remote un mare che favorisce la mobilità di uomini e merci, aperto ai commerci transadriatici e mediterranei e costellato di porti e approdi, in collegamento con le direttrici viarie transappenniniche e transalpine e con le vie di penetrazione attraverso la penisola balcanica.

Alle 17, la curatrice Rita Auriemma accompagnerà i visitatori alla scoperta della mostra. La visita è gratuita, l’ingresso alla mostra a pagamento e dà diritto a un posto riservato per la conferenza delle 18. Per info su ingressi e riduzioni vedi la pagina dedicata.

QUANDO: Giovedì 12 aprile alle 18.00

DOVE: Auditorium Salone degli Incanti, Trieste

TIPOLOGIA DI EVENTO: conferenza

INGRESSO: GRATUITO.

La cultura… si mangia!

By | Conferenza, Evento, Show Cooking
Nel mare dell'intimità... da Eataly!

con
Rita Auriemma, curatrice della mostra, le archeologhe Paola Maggi e Valeria Cipollone e Umberto Alberini (Ente Regionale Patrimonio Culturale – ERPAC FVG)

Il 23 marzo “spostiamo il mare” e andiamo da Eataly, che si trova a due passi dal Salone degli Incanti, sede della mostra!
Il cibo sulle navi e sulle rotte antiche dell’Adriatico: uno sfizioso appuntamento per scoprire che in mostra si parla anche di food. Un incontro con un focus su vino, pesce, olio e pane.

La presentazione sarà accompagnata da uno show cooking di Claudio Palumbo, sous-chef di Eataly Trieste, che preparerà e farà assaggiare al pubblico presente dei crostini con spuma di ombrina, crumble di pomodoro secco e finocchietto, accompagnati da un calice di Prosecco.

L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti.

QUANDO: Venerdì 23 marzo alle 18.30

DOVE: Eataly, Trieste (riva Tommaso Gulli 1)

TIPOLOGIA DI EVENTO: Conferenza e cooking show

INGRESSO: gratuito.

Il progetto Liburna

By | Conferenza, Evento, Proiezione
il progetto Liburna

con
Danilo Leone e Maria Turchiano (Università di Foggia), Giuliano Volpe (Presidente del Consiglio Superiore dei Beni culturali e paesaggistici, già Rettore dell’Università di Foggia)

Questo importante progetto di ricerca, che prendeva il nome dalla liburna, la tipica imbarcazione illirica, ha messo a fuoco l’archeologia dei paesaggi costieri dell’odierna Albania, tra la baia di Valona e il promontorio di Karaburun.
A partire dal 2006, le indagini subacquee e lungo la riva hanno raccolto una ricca serie di informazioni sulle frequentazioni preromane e romane, medievali e di età moderna, che permettono di rintracciare fasi e modi del popolamento antico. 
Il progetto ha avuto l’ulteriore merito di contribuire alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio sommerso dell’area. Al momento dell’avvio delle ricerche non esisteva alcuna indicazione precisa su relitti antichi e su siti sommersi ad eccezione di alcuni materiali – in particolare anfore –, frutto di rinvenimenti isolati, conservati in vari musei albanesi. Il ‘Paese delle aquile’, infatti, nonostante la straordinaria importanza dei suoi litorali, costellati da porti e approdi antichi, non aveva conosciuto nei decenni precedenti uno sviluppo della ricerca archeologica subacquea paragonabile a quello di altri paesi del mediterraneo occidentale.
Basti pensare che durante gli anni del regime comunista l’attività subacquea era di fatto proibita, mentre dopo la sua caduta, e nella fase dei grandi sconvolgimenti che ha conosciuto il paese negli anni novanta, si è avviata una drammatica e preoccupante attività di depredamento di beni archeologici sommersi.

Alle 17, la curatrice Rita Auriemma accompagnerà i visitatori alla scoperta della mostra. La visita è gratuita, l’ingresso alla mostra a pagamento e dà diritto a un posto riservato per la conferenza delle 18. Per info su ingressi e riduzioni vedi la pagina dedicata

QUANDO: Giovedì 22 marzo alle 18.00

DOVE: Auditorium del Salone degli Incanti, Trieste

TIPOLOGIA DI EVENTO: conferenza + video

INGRESSO: gratuito

Trieste porta di Sion

By | Conferenza, Evento

con
Tullia Catalan (Università degli Studi di Trieste)

Tra Ottocento e Novecento, Trieste registra un flusso costante di ebrei diretti in Palestina o nelle Americhe. All’inizio, fuggono dai pogrom dell’Europa orientale e della Russia, mentre dal 1933 quello cittadino diventa uno dei principali porti per l’ebraismo tedesco in fuga dal nazismo.
Trieste diventa a pieno titolo “Shaar Zion”, “Porta di Sion”, primato che manterrà fino al 1943, quando l’emigrazione ebraica termina con l’occupazione nazista della città.

Alle 17, la curatrice Rita Auriemma accompagnerà i visitatori alla scoperta della mostra. La visita è gratuita, l’ingresso alla mostra a pagamento e dà diritto a un posto riservato per la conferenza delle 18. Per info su ingressi e riduzioni vedi la pagina dedicata.

QUANDO: Giovedì 5 aprile alle 18.00

DOVE: Auditorium Salone degli Incanti, Trieste

TIPOLOGIA DI EVENTO: conferenza

INGRESSO: GRATUITO.

Il relitto di Sveti Pavao

By | Conferenza, Evento
Il relitto di Sveti pavao

con
Carlo Beltrame (Università Ca’ Foscari, Venezia) e Igor Miholijek (Croatian Conservation Institute)

Il Dipartimento di Studi umanistici dell’Università Ca’ Foscari e l’Istituto di Conservazione Croato di Zagabria hanno collaborato allo scavo e alla documentazione di un relitto di nave veneziana naufragato sullo scoglio di San Paolo, presso l’isola di Mljet/ Meleda, alla fine del XVI secolo.

Si tratta di un’imbarcazione da carico, affondata alla fine del XVI secolo, presumibilmente appartenente a un mercante veneziano, che trasportava lussuosi servizi da tavola delle officine ottomane di Iznik. La parte del leone la fa proprio la lussuosa ceramica prodotta nelle officine di questa città dell’Anatolia occidentale, che mostra un insieme di stili e motivi che vanno al floreale policromo ad elementi tipici della porcellana cinese bianca e blu.

Alle 17, la curatrice Rita Auriemma accompagnerà i visitatori alla scoperta della mostra. La visita è gratuita, l’ingresso alla mostra a pagamento e dà diritto a un posto riservato per la conferenza delle 18. Per info su ingressi e riduzioni vedi la pagina dedicata.

QUANDO: Giovedì 15 marzo alle 18.00

DOVE: Auditorium Salone degli Incanti, Trieste

TIPOLOGIA DI EVENTO: conferenza

INGRESSO: GRATUITO.

Uskok. Storia degli Uscocchi

By | Conferenza, Evento, Proiezione
Uskok. Storia degli Uscocchi

con
Cesare Bornazzini e Tea Perincić (Museo storico marittimo del Litorale Croato – Rijeka/Fiume)

Gli Uscocchi sono stati i corsari dell’Adriatico. Guerriglieri feroci prima, pirati senza scrupoli poi, erano cristiani riversatisi sulle coste del Mare Adriatico per sfuggire all’avanzata dei Turchi. Inizialmente famosi per le loro operazioni di guerriglia contro i Turchi, si dedicarono con successo alla pirateria diffusa.
Dalla roccaforte di Segna in Croazia, posta sotto la sovranità asburgica, organizzavano veloci spedizioni di saccheggio sulle loro agili fuste.

Durante l’incontro, verrà proiettato il docufilm USKOK. Storia degli Uscocchi, di Cesare Bornazzini (32′, col.).

Alle 17, la curatrice Rita Auriemma accompagnerà i visitatori alla scoperta della mostra. La visita è gratuita, l’ingresso alla mostra a pagamento e dà diritto a un posto riservato per la conferenza delle 18. Per info su ingressi e riduzioni vedi la pagina dedicata

QUANDO: Martedì 6 marzo alle 18.00

DOVE: Auditorium del Salone degli Incanti, Trieste

TIPOLOGIA DI EVENTO: conferenza + docufilm

INGRESSO: gratuito

Il relitto del Mercure e la battaglia di Grado

By | Conferenza, Evento
Il relitto del Mercure e la battaglia di Grado

con
Carlo Beltrame (Università Cà Foscari – Venezia)

La battaglia di Grado, chiamata anche battaglia di Pirano, fu uno scontro navale che si svolse tra il 21 e il 22 febbraio 1812.
L’azione navale rientrava nell’ambito della campagna adriatica (1807–1814) delle guerre napoleoniche combattute tra la Marina francese e quella britannica.

Nel 2001 vennero ritrovati, alla profondità di 18 metri al largo di punta Tagliamento, i resti del brick del Regno Italico Mercure, esploso e affondato durante la battaglia. Oggetto di un lungo progetto di indagine di scavo, il relitto si è rivelato molto importante per la conoscenza della costruzione navale militare del periodo napoleonico.

Alle 17, la curatrice Rita Auriemma accompagnerà i visitatori alla scoperta della mostra. La visita è gratuita, l’ingresso alla mostra a pagamento e dà diritto a un posto riservato per la conferenza delle 18. Per info su ingressi e riduzioni vedi la pagina dedicata.

QUANDO: Giovedì 1 marzo alle 18.00

DOVE: Auditorium del Salone degli Incanti, Trieste

TIPOLOGIA DI EVENTO: conferenza

INGRESSO: gratuito