Breviario Mediterraneo. Omaggio a Predrag Matvejević

By gennaio 10, 2018Evento, Spettacolo
Breviario Mediterraneo. Omaggio a Predrag Matvejević

Regia, drammaturgia e coordinamento di Mila Lazić

Lettura in italiano | Filippo Borghi
Accompagnamento musicale | Max Jurcev
Site specific | Cecilia Donaggio Luzzatto-Fegiz
Design luci | Silvia Clai
RISKI,  cortometraggio di Otto Reuschel
Immagine | Massimiliano Schiozzi
Consulenza visual | Massimo Premuda

Installazione acustica
Polifonia mediterranea, uno studio per più voci
Lettori | Nina Alexopoulou (greco), Margarita Bravo Alonso (spagnolo), Gjorgji Bufli (albanese), Ruggero Calich (turco), Tiago Cotogni (portoghese), Veit Heinichen (tedesco), Yaniv Fingale (ebraico), Nika Furlani (sloveno), Mitsugu Harada (giapponese), Pascale Janot (francese), Mila Lazić (croato), Hasnaa Naggay (arabo), Angela Walker (inglese)
Registrato, mixato e masterizzato presso “Urban Recording Studio”, Casa della Musica Trieste
Ingegnere del suono | Fulvio Zafret

Produzione | Cizerouno / Varcare la frontiera

Lo spettacolo è un omaggio allo scrittore cosmopolita Predrag Matvejević e alla sua opera più celebre, “Breviario mediterraneo“, definito da Claudio Magris un «libro geniale, imprevedibile e fulmineo», «un libro epico e pieno di pietas per ognuno degli innumerevoli destini che il mare custodisce e seppellisce, come un immenso archivio o come un altrettanto immenso dizionario etimologico». Di Matvejević è anche la definizione di Adriatico come “mare dell’intimità”, che ha dato il titolo alla mostra.

A un  anno dalla sua morte, lo spettacolo vuole essere un tributo al grande scrittore croato e al contempo alla storia, alla cultura, alla civiltà e alla convivenza fra i popoli, è una lettura di passi tratti dal libro, accompagnati da musiche mediorientali e da un video mapping che suggerisce il fluire delle onde del mare.
La lettura dal vivo si intreccia con la Polifonia mediterranea, un’installazione acustica composta da più voci che leggono frammenti da Breviario mediterraneo in alcune delle molteplici lingue del mondo in cui è stato tradotto.

 

Alle 18, la curatrice Rita Auriemma accompagnerà i visitatori alla scoperta della mostra al Salone degli Incanti. La visita è gratuita, l’ingresso alla mostra a pagamento.

QUANDO: Mercoledì 7 febbraio alle 20.30

DOVE: Teatro Miela, Trieste

TIPOLOGIA DI EVENTO: spettacolo multimediale

INGRESSO: 8 euro. Ingresso gratuito col biglietto della mostra, previa prenotazione alla biglietteria del Teatro dalle 17 alle 19 entro il giorno dello spettacolo: 📞 +39 040 3477672

giovanna tinunin

Author giovanna tinunin

More posts by giovanna tinunin